ACQUISTI E SHOPPING IN NEPAL

Informazioni per viaggiare in Nepal

Fare acquisti e shopping nei colorati bazaar del Nepal è molto piacevole!

 

Il Nepal è conosciuto per il suo buon artigianato, sopratutto per le staute, i dipinti Thangka, tutta la grande varietà di artigianato e per l'abbigliamento ed attrezzatura sportiva per tutte le attività outdoor in montagna. Ma anche le famose "Pashmina" e gli abiti e alcuni tessuti come la seta o il tipico "Dhaka" e naturalmente l'ottimo té e i profumi, incensi e cosi via. Nelle città di Kathmandu, Patan, Bhaktapur e Pokhara si trovano bazar affollati e pieni di souvenir, artigianato e tutto quello che uno può immaginare.

 

TROVARE IL GIUSTO PREZZO

In Nepal, come dappertutto in Asia, il baratto ha una lunga tradizione e viene usato ancora oggi fra cliente e negoziante. Generalmente la regola è che si usa sempre la gentilezza nelle parole, certo, l'oggetto è molto interessante, ma il prezzo troppo alto e quindi non siamo in grado, nonostante sia bello, ad acquistarlo!

 

ACQUISTI FAIR TRADE

Il fair trade in Nepal ha una diffusione relativamente ampia e troverete diversi negozi di Fair trade sia nei centri turistici che in alcune aree in Kathmandu e Patan sopratutto, ma è anche possibile acquistare nei negozi, dove alcuni artigiani vendono direttamente i loro prodotti. Noi sosteniamo questo tipo di commercio e ben volentieri vi indicheremo dove trovate negozi di fair trade in Nepal

 

ABBIGLIAMENTO

Difficile resistere ai prodotti sgargianti, che vanno dai maglioni, ai calzettoni e guanti di lana, all'abbigliamento sportivo e per il trekking, in materiali dal cotone alle fibre moderne, spesso a prezzi "ultra" economici. I negozi tengono aperti, nei centri turistici, tutti i giorni dalle 9 alle 20 almeno. Fuori dai centri turistici chiudono spesso il sabato. Nonostante i prezzi fissi si stiano diffondendo, il mercanteggiare è un'abitudine ben radicata.

 

TESSUTI E TAPPETI

Dagli scialli di lana "Pashmina", sari in seta, tessuti cinesi, indiani e nepalesi si trova tutto quel che ci si può immaginare. I tappeti invece sono meno economici, spesso sono addirittura costosi. Soprattutto si trovano tappeti in lana del tipo "nepalese", che copia il tappeto tibetano e quelli "Kashmiri" dall‘India.

 

GIOIELLERIA

Dai gioelli in argento a quelli in oro, come in tutta l'Asia, qui trovate sia l‘imitazione che il vero. Occhio alle pietre semipreziose o preziose: è difficile distinguere l'imitazione oggi giorno. Molti indiani sono coinvolti nel mercato perchè la maggioranza delle pietre proviene dall'India. Alcuni gioellieri si sono specializzati con la clientela italiana.

 

GIOIELLERIA TRADIZIONALE

Dal Tibet al Bhutan, Xi, ambre, coralli, argento, ossa (non vietate) ed altri materiali tradizionali si trovano ovunque nei mercati. I goielliieri tradizionali, sopratutto Newari, sono davvero bravissimi a realizzare ottimi lavori a costi contenuti. Ma anche una sola visita da un gioelliere al lavoro è un esperienza interessante!

 

STATUE E STATUETTE

Copie realizzate in bronzo o rame, a fusione, a cera di modelli antichi, solitamente con soggetti religiosi come raffigurazioni di Buddha, Shiva, Ganesh ed altre divinità del panteon hinduista e buddista ma anche oggetti di uso giornaliero o per le cerimonie religiose. Famose le statue di legno da acquistare sopratutto a Bhaktapur, Bungamati e Patan.

 

CARTA FATTA A MANO

Prodotti a mano di diverse fibre si trovano in abbondanza e a prezzi bassi. Famose la carte ottenute dalla corteccia dell'albero "Daphne" usato in moltissime occasioni come biglietto, come carta da disegno o lavorato come lampade, acquiloni e mille altri usi.

 

THANGKA E PHAUBA

I Thangka e i Phauba sono dipinti a mano su tela con soggetti sacri e molto popolari come souvenir. Quelli di buona qualità possono raggiungere prezzi elevati. Da segnalare in particolare il "Shankar Thangka Store" nei pressi della piazza Durbar al Makan Tole, gestito da Shankar Shrestha, che parla anche Italiano.

 

MASCHERE/PUPE

Di legno o carta pesta, sono usate soprattutto per le danze tradizionali e per i giochi dei bambini! Un ottimo souvenir da portare!

 

VETRO COLORATO

Molto popolare fra le done sono i braccialeti e collane in vetro, da quelli economici fino a quelli di buona qualità e prezzo più alto che si possono trovare nei mercati locali. Da segnalare, in particolare, la "Beads Republic" nei pressi dello Stupa di Katheshimbu, gestito da Muktar Khan. Oggi alcuni producono anche pipe in vetro, popolari fra i giovani turisti.

 

SPEZIE - TE- INCENSI E PROFUMI

Il Nepal ha una qualità di te veramente altissima, alcuni tipi superano, secondo i buongustai le qualità del Darjeeling. Le spezie invece si trovano nei mercati locali, famoso il mercato delle spezie di Ason Tole, nel cuore di Kathmandu. Ottima anche la scelta degli incensi, molti importati dall'India, e molte varietà locali, alcuni prodotti dagli stessi monasteri. Da segnalare in particolare lo shop degli incensi "S.D. Lovely Incense Centre" presso la piazzetta "Kwa Bahal", gestito da Dipendra Dangol. Gli aromi e i profumi dell'oriente sono famosi e si trovano facilmente nei negozi delle città.

 

CERAMICHE

Terrecotte di ogni forma vengono confezionate in molti villaggi, direttamente sulla strada. Particolari sono i vasetti a forma di draghi e divinità varie, pipe e posaceneri prodotti sopratutto a Thimi e Bhaktapur (Potter square, la piazza degli artigiani vasai).

 

MARIONETTE E GIOCHI

Marionette/Giochi Le marionette sono un regalo originale. Hanno bei vestiti e  riproducono divinità. La testa è di argilla, quindi fragilissima. Il tradizionale gioco da tavolo nepalese è il "Bagh Chal", formato da una scacchiera e da pedine scolpite in bronzo raffigurano la tigre e le capre, molto popolare e sia facile che impegnativo, quasi come gli scacchi.

 

FOTO E VIDEO

Kathmandu è forse uno dei punti più economici in Asia per tutti questi prodotti. Famosissima la "New Road" dove si trovano numerosi negozi di elettronica e fotografia: La qualità delle macchine fotografiche é ottima. Sopratutto la fotografia digitale ha una vasta gamma di scelta a prezzi che spesso sono molto interessanti, ma consigliamo di comparare con i prezzi "ivati" poichè, al momento dell'importazione in Italia si devono pagare le rispettive tasse.

 

IMITAZIONI

Nike, Addidas, Boss, Ray Ban o....? Le copie dall‘India, Bangkok, Hong kong e Kathmandu hanno poco da invidiare agli originali. Ovviamente è illegale, ma esistente. Esistono però anche i negozi ufficiali, come quelli della Benetton, Ray Ban ecc., dove trovate i prodotti originali a prezzi anche economici.

Ancora più noto sono le imitazioni delle marche famose dell'abbigliamento sportivo a prezzi spesso bassi. Neglii ultimi anni si sta sviluppando un nuovo mercato di abbigliamento sportivo non copiato prodotto in Nepal.

 

ANTICHITÁ

Un aspetto importante è quello legale, che consiste nell’inopportunità di sottrarre beni e oggetti, per non contribuire al depauperamento del patrimonio artistico o naturalistico di un luogo. Non ci si riferisce solo a particolari oggetti d’antiquariato, ma a tutti quegli acquisti che possono, col procedere di queste cattive abitudini, apportare gravi danni al paese.

Si tratta di un argomento spesso sottovalutato in rapporto ai comportamenti da adottare. In genere riassume cosa sia bene evitare di esportare per non incorrere in possibili sanzioni.

 

QUESTIONI LEGALI

Troverete nei mercati molti oggetti che sembrano antichi, gli artigiani sono bravissimi a far invecchiare oggetti piccoli e grandi, diffidate innanzitutto che si tratti veramente di oggetti antichi. La legge neplaese definisce tutto come antico ciò che supera gli 80 anni e per poter esportare antichità, bisogna  munirsi del certificato del Dipartimento. La maggior parte dei negozi compiono queste formalità, che conviene fare, per non trovarsi in difficoltà in dogana all'uscita dal paese. Il Nepal proibisce l'esportazione di vari articoli: pelli, prodotti di animali, antichità vecchie oltre 80 anni, droghe, oro e argento non lavorato. Sono inoltre previste multe pesanti per chi importa in Italia oggetti o souvenir fatti con animali protetti ed animali vivi, anche se aquistati legalmente nel paese di origine! A volte, la sottovalutazione del valore culturale e ambientale di un oggetto da parte della popolazione finiscono spesso per lasciare solo alla nostra sensibilità la tutela del luogo che ci ospita, come l’individuazione di ciò che può essere inopportuno acquistare e trasferire all’estero: non comprate oggetti religiosi se sono antichi, il furto di oggetti religiosi dai templi e monasteri ha effetto devastante sul patrimonio religioso ed artistico del Nepal.