NEPAL: VISTO D'ENTRATA E DOGANA

Informazioni per il visto e le formalità d'ingresso in Nepal

Sportelli dell'immigrazione nel aeroporto internazionale Tribhuvan di Kathmandu.

 

Benvenuto in Nepal

Il Nepal permette ai turisti stranieri l'entrata nel paese in modo facile da quasi tutte le nazioni senza essere premunito di visto, ottenendolo nei punti d'entrata del paese direttamente all'arrivo o anche con procedura online.

Il principale porto d'arrivo per il Nepal è il aeroporto di Kathmandu ma anche i passaggi di Rasuwagadi-Kerung (Nepal/Cina-Tibet), e Bhairawa (Nepal-India) sono molto frequentati. Kodari/Zhangmu purtroppo è temporaneamente chiuso, avviseremo qui quando riapre.

Dettagli in merito trovate nella pagina Info Nepal : come arrivare.

 

OTTENIMENTO, VALIDITÀ E TARIFFE VISTO TURISTICO

I cittadini della CE, fra loro quelli italiani, possono ottenere il visto turistico all'momento dell'arrivo nel paese nei punti assegnati per il transito frontaliero come l'aeroporto di Kathmandu.

Per entrare in Nepal è tuttavia necessario il passaporto individuale in regola per l’espatrio, con validità di almeno 6 mesi dalla data di uscita dal paese e con almeno 2 pagine libere. e il pagamento dello stesso (vedi sotto le tariffe).

Il visto turistico (tourist visa) si ottiene all'arrivo nei vari punti d'entrata via terra e in aeroporto internazionale di Kathmandu ed è automaticamente valido per multiple entrate ed uscite nel periodo di validità.

Alternativamente al visto all'arrivo si può richiedere online il visto turistico per il Nepal, dove si può applicare online e con il nummero di referenza che si riceve completare all'arrivo nel aeroporto di Kathmandu le formalità dell'ottenimento del visto per il Nepal: online.nepalimmigration.gov.np/tourist-visa.

Inoltre è possibile ottenere il visto presso le Ambasciate ed i Consolati del Nepal presenti nel mondo.  In Italia non c'è Ambasciata del Nepal, ma un Consolato Onorario del Nepal in Roma che rilascia anche il visto turistico prima di viaggiare in Nepal.
I dettagli leggi qui: Nepal: indirizzi e link utili

Cittadini dei seguenti paesi non possono ottenere il visto d'entrata in Nepal e si devono invece recare alla più vicina e competente rappresentanza diplomatica competenti del Nepal per il loro paese di residenza:

1. Nigeria, 2. Ghana, 3. Zimbabwe, 4. Swaziland, 5. Cameroon, 6. Somalia, 7. Liberia, 8. Ethiopia, 9. Iraq, 10. Palestine, 11. Afghanistan, 12. Syria.

 

Costi e validità del visto turistico

Il visto va pagato in contanti US Dollar, Euro (o tutte le altre valute riconosciute dalla banca centrale per il cambio). Non si può pagarlo con le Rupie Indiane.

Valitità 15 giorni: US Dollar   25 o equivalente ammontare in Euro
Valitità 30 giorni: US Dollar   40 o equivalente ammontare in Euro
Valitità 90 giorni: US Dollar 100 o equivalente ammontare in Euro

Ogni visto consente multiple uscite ed entrate nel periodo di validità del visto ottenuto.

Attenzione: la validità della durata del visto include anche i giorni che si esce temporaneamente dal paese. Per esempio, se si fa un viaggio di 18 giorni fra Nepal e Tibet e si esce il terzo giorno dopo l'arrivo in Nepal per visitare il Tibet e poi si rientra diciamo il giorno 15 dalla prima entrata in Nepal,  si deve fare il visto per 30 giorni. 

In alternativa se si ha dimenticato ad ottenere il periodo sufficente per coprire i giorni di permanenza, le normative permettono di stare fino a 5 giorni oltre il periodo di validità del visto (se non si supera i 150 giorni complessivi di un anno), pagando una penale all'momento dell'uscita, la quale tuttavia costa molto di più che farsi il visto subito al primo arrivo in modo che copri il totale periodo di viaggio.

 

Che si può fare con il visto turistico

In generale il visto turistico permette di visitare il paese e di muoversi quasi in tutto il paese eccetto le aree designate come "restricted area" (area ristretta) o sogetto a permessi tipo quello per il trekking (TIMS).

Il visto turistico non risulterà valido per svolgere alcun tipo di mansione lavorativa, nè attività di volontariato, anche se molti turisti svolgono apparentemente senza esserne disturbati dalle autorità finora, il volontariato.  

Per svolgere in regola un volontariato in Nepal si richede un visto non-turistico tramite l'organizzazione per la quale si intende svolgerlo.

La massima permanenza con un visto turistico è limitata a 150 giorni in un anno solare (01 gennaio - 31 dicembre).

Documentazione richiesta per l'ottenimento del visto turistico:

- 1 recente foto da passaporto a colori (fototessera) 
- Compilazione del modulo richiesta visti, ottenibile all'arrivo
- Compilazione della Disembarkation card, ottenibile all'arrivo

Potete scaricare il modulo del visto turistico nella nostra sezione "Download-Modulistica e visti".

Ente competente

Per informazioni dettagliate sulle varie tipologie di visti, come quello per unm intervento di volontariato, per poter studiare, lavorare o fare del business visitate il sito dell'Immigrazione del Nepal:

Ministry of Home Affairs
Department of Immigration
Khalikastan, Kathmandu
Internet : www.nepalimmigration.gov.np

L'ufficio di immigrazione mantiene un sito, dove si può applicare online per i vari tipi di visto: online.nepalimmigration.gov.np/tourist-visa.

PER CHI IN TRANSITO IN INDIA

Nel caso si arrivi in Nepal con un volo in transito per l’India, è consigliabile munirsi preliminarmente di visto di transito. Senza questo visto – caso di scali e/o  ritardi nelle coincidenze – non sarà possibile lasciare l’area aeroportuale. Consultatevi con la vostra agenzia di viaggi, il vettore o direttamente contattando il Consolato dell'India di Milano in merito.

PERMESSI TREKKING E SPEDIZIONI

Per chi vuole visitare le regioni montane, scalare montagne o visitare regioni a regime ristretto, sono neccessari ulteriori permessi.

Permessi per il trekking

Di base, le aree aperte al trekking sono anche quelli più popolari: Annapurna, Langtang-Helambu e la regione dell'Everest. Tutte le informazioni dettagiate sulle formalità e permessi per il trekking in Nepal tovate sotto Trekking per tutti.

Permessi per l'alpinismo

Tutte le informazioni dettagliate sulle formalità per effettuare spedizioni alpine le tovate alla pagina Alpinismo e scalare.

 

PERMESSI PER LE AREE RISTRETTE

Lungo le sue frontiere con il Tibet, il Nepal ha praticamente tutte le regioni ristretto all'accesso per gli stranieri, dal Kanchenjunga fino al Humla. Per queste regioni, ovvero (da ovest a est) il Humla, Mugu, Dolpa, Upper Mustang, Manaslu, Dolakha, Rolwaling e Kanchenjunga.

Sempre sul sito dell'immigrazione trova le info dettagliate: http://www.nepalimmigration.gov.np

 

LA DOGANA ALL'ARRIVO

Di norma, entrando nel paese come turista, i controlli doganali non sono molto severi (al contrario quando si esce dal paese!). Gli effetti personali sono consentiti l'ingresso gratuito.

I passeggeri che arrivano con volo all'aeroporto internazionale di Tribhuvan (TIA) senza merci soggette a dazio possono procedere attraverso il canale verde senza un controllo dei bagagli. 

Se si stanno portando gli articoli soggetti a dazio, si deve passare attraverso il canale rosso per lo sdoganamento. Invece chi entra via terra, sarà controllato in mancanza di "canale  verde o rosso" localmente. 

In generale si può dire che vigono ca. le stesse regole come per la maggior parte dei paesi in merito all'importazionei, quindi è vietato l'importazione di esplosivi, armi, droghe ed ogetti e prodotti di animali protetti. Particolare attenzione viene dato all'importazione di mettalli preziosi come l'oro in blocco (lingotto per esempio).

A parte gli effetti personali usati, i visitatori sono autorizzati a portare in Nepal in franchigia: sigarette (200 bastoncini) o sigari (50 bastoncini), liquore distillato (una bottiglia da un litro 1,15), e il film (15 rotoli).

È anche possibile portare i seguenti oggetti in franchigia, a condizione che veranno portato a seguito lasciando il paese: binocolo, film o videocamera, fotocamera, computer portatile, una bicicletta e un sistema di musica portatile.

 

FORMALITÀ VALUTARIE

È vietato l'importazione (e ed esportazione) di valuta nepalese.

È altamente consigliato cambiare valuta convertibile come l'Euro esclusivamente contro ricevuta di cambio, solo presentanto tali ricevute si può ricambiare all'uscita dal paese Rupie nepalesi in valuta estera.

L'importo che si può ricambiare è il 10% di quello riportato sulla ricevuta.

Le banche solitamente lo danno sempre, mentre ai cambiavalute privati spesso si deve sollecitare in merito, poichè cambi non dichiarati, spesso entrano le più lucrativo nell'circuito del denaro "in nero".