COMUNICARE CON LA GENTE

 Informazioni su come comunicare con la gente in Bhutan.

Informazioni su come comunicare con la gente in Bhutan.

 

In Bhutan la lingua nazionale, il Dzongkha è parlata da chiunque al di sotto dei trent'anni e con l'inglese si viaggia facilmente nel paese, grazie al fatto che il governo la utilizza come mezzo di comunicazione ed educazione nelle scuole.

 

L'INGLESE

L'inglese è parlato ovunque discretamente, sopratutto dalle giovani generazioni che hanno frequentato una scuola (praticamente tutti). La lingua inglese è fondamentale nell'educazione scolastica.

 

LA GENTE

È facile intrattenersi con la gente locale, sopratutto se si usa il saluto Kuzu zangpo la (= salve, salute). La gente è molto aperta e diretta, se non ha piacere o voglia di intrattenersi, lo fa sapere gentilmente. È utilissimo introdursi prima informalmente e non fare subito fotografie. Dopo un pò di conversazione si esprime il desiderio di fare una foto per ricordo del bel momento assieme. Si avrà sicuramente successo e foto davvero più belle, anche se a volte vi verrà chiesto di non farne. 

 

LE GUIDE TURISTICHE

Le guide turistiche parlano l'inglese, bene e con poca influenza di accento "locale". Tutte le guide sono molto professionali e gentili nell'assistervi. Se dimostrate interesse per sapere di più del paese, sanno avvicinarvi con più piacere.

Guide parlanti italiano sono inesistenti per ora in Bhutan. Se si desidera una guida parlante italiano bisogna quindi richiederne una con supplemento proveniente dal Nepal o dall'India. Se avete questa necessità, chiedeteci informazioni al riguardo, ma vi avvisiamo che i costi sono relativamente alti, in particolare per la politica del paese che richiede per le guide estere il pagamento della stessa tariffa base come per ogni turista in visita.

 

LA SCRITTURA

La scrittura bhutanese è il Dzongkha, simile a quella tibetana. Dato che l'inglese è la lingua ufficiale del paese assieme al Dzongkha, troverete molte riviste, giornali e libri in inglese. Molti libri sulla cultura, storia, sviluppo, cooperazione e politica del paese sono scritti in inglese e una visita nelle librerie di Thimpu o Paro può essere molto interessante per chi desidera approfondire la conoscenza del paese..

 

QUALCHE PAROLA

Anche se moltissimi bhutanesi parlano l'inglese, lascia alla gente un sorriso imparando due parole di Dzongkha:

Kuzu zangpo la = salve, salute

Tashi Delek = buona fortuna

Mi zhu la = no, grazie. Questa è molto più efficace che l'inglese "No, thanks".

No chu = piccolo fratello

Noom = piccola sorella

Se la vostra guida è maschio e più giovane di voi, (c'è una probabilità del 95% che sia più giovane di voi!) egli sorriderà tutto il giorno se lo chiamate No Chu, ma è meglio comunque lasciar passare qualche giorno prima di chiamarlo cosi.