NOSTRO E VOSTRO CONTRIBUTO

Turismo sostenibile

Non è sempre facile per un viaggiatore: cosa vediamo e come lo vedono "loro" è solitamente diverso.

 

Noi crediamo che oltre alle belle parole sul turismo responsabile o come sempre si desidera nominarlo, come sempre; è il nostro impegno personale nella vita quotidiana è la misura per valutare cosa sia, poi in realtà, messo in pratica. Assieme possiamo creare un viaggiare responsabile!

 

COSA POSSO FARE COME VIAGGIATORE ?

Il vostro contributo secondo noi è relativamente facile: prima di tutto rispettare la gente, la cultura e i costumi del paese che visitate con le sue usanze.  Veramente per questo serve solo un pò di umiltà nei confronti della privacy della gente e riconoscere che le cose che noi vediamo altri li vedono diversamente. 

Quindi informatevi prima del viaggio sulle usanze del posto, cosa è meglio fare o no, argomenti politici o religiosi o sociali che è meglio non affrontare con persone che non si conoscono bene, si offende facilmente,

L'abbigliamento piutossto "conservativo" per non offendere la gente (ed ricevere più rispetto).  

Non sempre bisogna fotografare in ogni mome3nto, alcune situazioni richiedono un minimo di rispetto come delle cerimonie sacre evitando di essere troppo invadenti con la gente del posto. 

Prestate attenzione all’ecologia, anche se spesso vedrete che la gente locale non si interessa molto di queste questioni per motivi diversi che se li conoscesste, comprendereste meglio lo sporcho che trovate in strada. Possiamo dare un buon esempio nel nostro piccolo per la conservazione dell’ambiente, anche senza "insegnare", ma con l'esempio di buon comportamento ecologico.

Utilizzate il meno possibile bottiglie di plastica sostituendole con borracce e usando disinfettanti per rendere l’acqua potabile per esempio. 

Consumate e comprate il più possibile prodotti locali promovendo l'economia locale e usate per l'igene personale prodotti sanitari biodegradabili o naturali per il meno possibile inquinare.

Ricordiamoci che come ospiti del paese non si può fare sempre tutto, prendetevi il tempo per visitare con calma ed apprezzare i posti che vedrete, magari fermatevi a parlare con qualcuno del posto che potrebbe far risultare la vostra visita più interessante.

Evitate di donare soldi a bambini e mendicanti nei luoghi turistici, che spesso sono truffe, piuttosto che a persone bisognose. Il latte in polvere per un bambino verrà probabilmente rivenduto e scambiato con droge o alcool.

Consigliamo di scegliere organizzazioni solidali che conoscete bene, sopratutto le molti orfanotrofi sono sempre di nuovo coinvolti in scandali. 

Alla fine di un trekking, scalata o viaggio avventura potete donare l'attrezzatura e l'abbigliamento (se in ottime condizioni) ai portatori ed alle guide, molto probabilmente sarà gradito.

Se volete donare ad una scuola o sostenere una scolarizzazione,  potete chiederci consiglio, nel possibile vi informeremo volentieri.

Per il vostro volo, che purtroppo non è un mezzo molto economico, potete scegliere un minore impatto ambientale

Leggetevi anche le nostre guide ai paesi, dove potete trovare ultueriori informazioni per ogni singolo paese.

E CHE FACCIAMO NOI ?

Noi viviamo la realtà di un paese “in via di sviluppo”. Come già nel lavoro, anche nella vita personale cerchiamo di contribuire positivamente al paese. Ad esempio spesso vengono delle persone a chederci elemosine. Naturalmente scegliamo secondo la nostra esperienza e diamo delle elemosine (perchè ormai sappiamo a chi dare). Il nostro lavoro nel turismo e la nostra vita personale non sono due cose distinte, pertanto il nostro impegno non è sempre “privato” o “pubblico”: è un misto di entrambi che riflette la responsabilità sociale personale, non limitata a consegnare soldi.

Con la Nepal Kids, di cui co-fondatore Navyo Eller, sono stati realizzati ad oggi la costruzione di varie scuole e la scolarizzazione di centinaia di bambini nei distretti di Kavre-Shindupalchowk e Mustang (basso Mustang). Ad oggi, la Onlus ha construito ben 7 scuole e sosteniamo con la scolarizzazione oltre 100 bambini. Tutti progetti nominati di seguito sono interamente finanziato dai sostenitori privati e le spese di gestione dei progetti sono 0 Euro e i contributi investiti in loco il ca. 98% delle somme investite. Il ca. 2% sono le spese per il unico "dipendente" locale, il Sig. Hari Sharan Giri che coordina i progetti singoli durante l'anno.

Kartike Deurali (distretto di Kavre-Shindupalchowk) : costruzione della scuola con 5 stanze per ca. 55 bambini.

Yamuna Danda (distretto di Mustang, valle del Kali Gandaki): costruzione della scuola con 10 stanze per ca. 130 bambini.

Kobang (distretto di Mustang, valle del Kali Gandaki) : scolarizzazione per 34 bambini presso la scuola "Shree Jana Adarsha Secondary School".

Chimang (distretto di Mustang, valle del Kali Gandaki) : scolarizzazione per 11 bambini presso la scuola "Shree Nilgiri Primary School".

Bhaise (distretto di Kavre-Shindupalchowk) : costruzione della scuola "Schree Pancha-Kanya Primary School" con 4 stanze per ca. 70 bambini.

Shathimure (distretto di Kavre-Shindupalchowk) : costruzione della scuola "Laliguras Primary School"con 4 stanze per oltre 50 bambini.

Irkhu (distretto di Kavre-Shindupalchowk) : costruzione della scuola"Irkhu Primary School"con 5 stanze per oltre 50 bambini.


Per anni Navyo Eller supportia i Pompieri di Kathmandu, assieme alla Provincia di Bolzano, nel cui ambito sono stati forniti training professionale e supporto tecnico ad ampio livello, fra cui mezzi pesanti come la scala girevole di ben 30 metri, la più alta del Nepal, 1 autocisterna, veicoli di pronto intervento, attrezzatura di sicurezza, maschere gas ed altro materiale, in totale 3 container e 5 veicoli.

Siamo coinvolti in molte iniziative, come la lotta contro la Polio, la distribuzione di vitamina A ai bambini, in campi dentistici e di salute. E potremmo continuare indicando ancora molte altre iniziative...

Terremoto 2015

In seguito al grande terremoto della primavera 2015 in Nepal, abbiamo subito contribuito al soccorsi con trasporto feriti e un generatore messo a disposizione di un villaggio per permettere a caricare gli cellulari per ascoltare la Radio ed interventi vari con l'iniziativa SOSNepal in seguito In questa abbiamo donato temporaneamente una Jeep  per portare lamiere, medicine , set igenici per donne, supporto donne singole, dei famigliari dei staff colpiti dal sisma, minicrediti a persone in difficoltà, e supportato diverse organizzazioni locali oltre alla nostra "mano" diretta e supportato l'iniziativa di due italiani giovani per a due scuole per disabili. La lista si potrebbe allungare ancora molto, eravamo tutti vittime colpite, non nazionalità o religioni diverse.

JAY NEPAL

Durante le nostre iniziative abbiamo incontrato un gruppo di giovani e meno giovani che si sono formati come gruppo volontario spontaneo: Jay Nepal. In realtà si tratta di alchuni nepalesi e residenti a lungo termine in Nepal, che assieme hanno deciso di aiutare a questo gruppo e noi ci siamo conosciuti sul campo durante una demolizione effettuata da loro. 

I ragazzi non avevano pensato molto ai pericoli e abbiamo deciso di supportare loro per l'aquisto di equipaggiamento come caschi, guanti e trasporto. Conoscendo meglio i due promotori Alberto e Shyam, abbiamo deciso di unire le nostre forze con loro. 

Continuiamo a supportare i  ragazzi di Jay Nepal che potete seguire al sito web : 

http://www.jaynepal.org/index-ita.html

e su facebook :

https://www.facebook.com/Jay-Nepal-Action-Volunteers

DIVERSAMENTE ABILI

Supportiamo la prima competizione nazionale di Basketball a sedie a rotelle assieme ad un gruppo locale. A noi queste persone ci stanno a cuore, perchè oltre le personali difficoltà ch incontrano giornalmente, il terremoto li ha ulteriormente complicato la vita. 

Alcuni di queste iniziative, e sopratutto molte foto potete seguire sul nostro sito facebook navyonepal.discoverasia.page

Ma la cosa più importante non e contare cosa facciamo, ma che facciamo qualcosa, anche a casa nostra possiamo contribuire all'ecologia, al rispetto verso l'altro, alla solidarietà. Noi crediamo che è un impostazione "mentale" positiva che ci aiuta a viaggiare responsabile e non solo!

 

Se vuoi sapere più sul come viaggiare responsabile :

  

Il turismo secondo noi

Cosa pensiamo e come vediamo il turismo in generale. 

Turismo responsabile

Cosa significa per noi il turismo responsabile. 

Leggi qualche commento di viaggiatori

Viaggiatori che ci hanno sperimentato, commentano. 

Leggi tutto sull'impegno con Jay Nepal

Noi sosteniamo Jay Nepal, fallo anche tu!