VISTI E PERMESSI DI VIAGGIO TIBET

Informazioni per viaggiare in Tibet

La Regione Autonoma del Tibet è sogetto a restrizioni di viaggio, ma non le aree tibetane delle province limitrofe.

 

Molte volte riceviamo richieste di informazioni per come viaggiare in Tibet, dove ci indicano che hanno ricevuto divergenti informazioni. Ecco questa pagina speriamo vi chiarisca tutti i dubbi! Innanzitutto bisogna sapere che l'area del Tibet è molto più vasta di quanto spesso percepita, infatti include oltre alla Regione Autonoma del Tibet (TAR, Tibet Autonomous Region, cin. Xīzàng), dove servono di fatto i permessi di viaggio, e che copre ca. 50% della superfice dell'intero Tibet, la quasi o parziale totalità delle province del Qinghai, Sichuan, Yunnan e Gansu, dove di fatto non servono generalmente permessi di viaggio. 

 

 

I due “TIBET" 

1) La Regione Autonoma del Tibet. Qui è necessario viaggiare organizzati con guida, autista e vettura.

2) Le province del Gansu, QinghaiSichuan e YunnanQui si viagga a poche eccezzioni anche autonomamente come nel resto della Cina.

 

1) La Regione Autonoma del Tibet (TAR, Xīzàng, 西藏自治区, 图伯特), il classico "Tibet".


Chiusura invernale della Regione Autonoma del Tibet al turismo

La Regione Autonoma del Tibet è solitamente chiusa ai turisti stranieri (non ai cittadini cinesi) verso la metà-fine di febbraio fino la fine marzo e consigliamo pianificare un arrivo in Tibet non  prima della prima settimana di aprile, tenendo conto che solitamente il TTB inizia ad elaborare solitamente i permessi attorno il 24/25 marzo. 


Parete Nord dell'Everest visto da Rongphu, Tibet

Il monastero di Rongpuk (4980 m), ai piedi della parete Nord dell Chomolongma (Everest, Sagamatha, 8848 m), U-Tsang, Tibet.



Passando attraverso la Cina

Passando per la Cina, si deve fare il visto turistico per la Cina nel vostro paese e consigliamo di informarvi presso le ambasciate e gli uffici visto cinesi. Se si intende visitare la Regione Autonoma del Tibet, si sconsiglia indicare che si viaggerà anche nella regione autonoma. È facile che venga respinto la richiesta.

Indicare quindi un viaggio in altre regioni o città come mete, fate il semplice visto turistico. Ottenuto il visto per la Cina e mandare la copia del visto, la copia passaporto, fototessere, professione e indirizzo a noi. 
I permessi di viaggio Tibet necessari vi saranno poi consegnati in Cina prima che vi recate in treno o volo per il Tibet. 

 

Passando attraverso la Cina e uscendo poi dal Nepal

Uscendo per il Nepal, si ottiene il visto d'entrata direttamente in frontiera presso l'ufficio della immigrazione nepalese.

 

Passando dal Nepal

Per entrare in Tibet (la Regione Autonoma del Tibet) passando per il Nepal, serve il visto turistico per il Nepal (si ottiene all’arrivo o anche online) e il visto turistico per la Cina, il quale non si fa nel vostro paese, ma tramite l'assistenza (nostra se vi organizziamo il viaggio). La procedura richiede il passaporto per attualmente tre giorni (sempre da lunedi a venerdi, non contano sabato, domenica e festivi) e viene dato il quarto giorno la mattina, permettendo l'imbarco ai voli per Lhasa se previsti.

Un visto turistico per la Cina ottenuto già prima, verrebbe cancellato dall'Ambasciata cinese in Kathmandu e rilasciato uno nuovo. Pagereste inutilmente due volte la tariffa per il visto cinese.

 

Passando dal Nepal uscendo per la Cina

Si fa come descritto sopra sotto "Passando dal Nepal", ma dovete indicare l'uscita dalla Cina assieme al luogo (p.e. se Pechino, Shanghai o altra località), cosi da trasmetterli alle autorità cosi da avere il visto Cina in seguito rilasciato in accordanza alla vostra permanenza totale, quindi anche in Cina dall'Ambasciata cinese in Kathmandu.

 

OVERLAND TIBET - NEPAL


Dal 01 settembre 2017 la Cina ha aperto la strada fra Nepal e Tibet al turismo internazionale. La strada porta dalla capitale nepalese Kathmandu verso la frontiera via Kakani e bypassando la valle di Langtang alla frontiera a Rasuwaghadi, dove si trova la frontiera con il Tibet ovvero la Cina. La strada e in parte sterrata e si raccomanda farla in Jeep, mentre entrando a Kyirong (Kerung) sul lato tibetano la strada è subito buona e si viaggia con vettura "normale".

La strada porta sia in direzione Ngari/Kailash/regno di Guge come alla Friendship Highway (strada dell'amicizia) verso Everest Base Camp, Shigatse e il Tibet centrale. La vecchia strada via Kodari/Tatopani - Zhangmu (Dram) che sarebbe l'originale Friendship Highway rimane chiusa. Per la tratta Kathmandu-frontiera serve un giorno intero.

 

Enti competenti per l'ottenimento dei permessi

Generalmente gli uffici competenti sono il Public Security Burreau (PSB), il ministero degli affari interni, il ministero della difesa e i governi provinciali. I PSB è l'ente che rilascia permessi Alien Travel Permit di viaggio qualora necessari.

Per viaggiare invece nella Regione Autonoma del Tibet serve inoltre il Tibet Travel Permit, rilasciato dal Tibet Travel Bureau (TTB).

Se si viaggia in regioni di confine, eccetto la frontiera con il Nepal a Dram/Zhangmu - Kodari sull "Fiendship Higway/Araniko Highway) serve anche il permesso militare, per esempio per visitare il Kailash. In tutto sono coinvolti fino a sei uffici governativi mel rilascio di un permesso di viaggio. 

 


Il palazzo del Potala domina anche oggi la città di Lhasa (3595m), U-Tsang, Tibet.

 

DOVE SERVE E NON SERVE UN PERMESSO DI VIAGGIO TTB


Regione Autonoma del Tibet (TAR, Xīzàng, 西藏自治区, 图伯特)

La Regione Autonoma del Tibet e la più conosciuta dell’altipiano del Tibet e la più viaggiata con le maggior sedi spirituali, culturali e storicamente importanti, solitamente chiamata semplicemente “Tibet”.

Viaggi "fai da te" o in autonomia non sono permessi e sembra non cambiano le regole presto.

Ogni straniero è richiesto di viaggiare accompagnato da guida, autista e veicolo privato, e si può viaggiare sia come singolo viaggiatore come anche in gruppo di diverse nazionalità, il visto tuttavia sarà sempre "di gruppo".

Non c'e eccezzione se non per le città, dove non è richiesto neccessariamente per ogni giorno un veicolo privato ed é permesso l'uso di Taxi e pullman pubblici se non escono dalla città. Non è permesso l'uso di mezzi pubblici altrove in Tibet (TAR).

Coloro che vengono scoperti di essere entrato nella TAR senza permessi, solitamente vengono detenuto per qualche giorno, devono pagare una multa salata e vengono espulsi dal Tibet verso la prima città cinese o per il Nepal.

Mediamente le formalità del ottenimento dei permessi di viaggio Tibet (TTB Permit) richiedono 15-20 giorni per essere elaborati/approvati. Non c’e via per ottenere il permesso in meno tempo. Non c'è garanzia o diritto di ottenere i permessi.


Permessi che includono la regione del di Ngari (regno di Guge, Kailash, Purang ecc.) richiedono più tempo, fino a consigliati 25 giorni

Il Tibet Tourism Bureau (TTB) richiede per il rilascio dei permessi di viaggio in Tibet (Tibet Travel Permit) che la rispettiva documentazione sia consegnata a loro almeno 15-20 giorni prima dell'arrivo previsto nella regione del Tibet.

In generale tutte le regioni della Provincia Autonoma del Tibet sono aperte eccetto alcune contee confinanti con il Bhutan come Lhodrak e le contee sulla frontiera con l'India e il con il Nepal. In generale il passaggio lungo la Friendship Highway a Nyalam/Zhangmu e il passaggio di Purang/Hilsa nella regione del Kailash/Humla nonchè Rongbuk ai piedi dell'Everest sono aperte.

Viaggiare autonomamente e senza permessi di viaggio in Tibet è vietato. I controlli sono stringenti e quindi sono davvero rare le persone che hanno raggiunto Lhasa senza aver permessi o essere arrestati.

Normalmente le regole definitive sono conosciuto verso fine marzo, quando riapre l'accettazione delle richieste di permesso di viaggio in Tibet dal TTB. 

Regioni chiusi nella Regione Autonoma del Tibet


Ci sono alchune arre che rimangono chiuse completamente : tutte le regioni lungo l'Himalaya dal Yunnan, Bhutan fino praticamente alla velle del Bhote Koshi eccetto l'accesso Rongbuk

La regione del Yadong dal Yunnan lungo tutto il Bhutan, Sikkim e Nepal fino alla regione dell'Everest, l'intera frontiera lungo l'India e i lago sacro di Lhamo Lhatso, Sok e la prefettura di Chamdo, con l'eccezione del lago di Riwoche (lago di Rawok, che si trova a 8 chilometri all'interno della prefettura di Chamdo) rimangono chiusi ai stranieri.

È sempre ancora impossibile per gli stranieri di andare via terra da Lhasa nelle provincie del Sichuan (Chengdu) e Yunnan (Kunming e Shangri La).

Cittadini indiani hanno ulteriori ristrezioni, devono richiedere ulteriori permessi speciali. 

 

Le Regioni tibetane nella provincia di Qinghai (Qīnghǎi Shěng, 青海省)

Oltre il 95% del Qinghai è designato come "prefetture autonome tibetane". Alcune persone sono riuscite ad andare a Rebkong senza problemi, mentre altre sono state invitate a lasciare la località poco dopo l'arrivo. Sembra che gli stranieri possono andarci in questo momento, ma la situazione potrebbe cambiare in qualsiasi momento.

Le regioni dell'Amdo a sud del lago di Qinghai (Tsolho / prefettura di Hainan) sono tutte aperte come lo sono tutte le contee della prefettura di Golok con restrizioni per alchuni nazionalità non precisate. Le due contee che si trovano lungo la riva nord del lago Qinghai, Gangtsa/Gangca e Haiyan sono entrambe aperte ai viaggiatori stranieri, mentre le due contee che si trovano a nord, Menyuan e Qilian, restano chiuse come lo sono state per negli ultimi decenni.

Anche nella prefettura di Yushu, le sei contee rimangono aperte ai viaggiatori stranieri.

La prefettura di Tsochang / Haixi nel lontano occidente del Qinghai ha avuto alcune chiusure in vigore da più di 20 anni. La città di Golmud è aperta, ma le contee di Delingha e Wulan sono permanentemente chiuse agli stranieri.


Due piccoli monaci in un monastero tibetano.


Le Regioni tibetane nella provincia del Sichuan (Sìchuān Shěng, 四川省)

Le regioni occidentali e settentrionali del Sichuan contengono ciascuna una prefettura autonoma tibetana. Ngawa/Aba, una delle 13 prefetture che formano l'Amdo, si trova nel nord del Sichuan e ha avuto maggiore disagio degli ultimi anni, in particolare la contea stessa di Ngawa/Aba, che resta chiusa a tempo indeterminato per i viaggiatori stranieri. Le contee di Dzamtang (Rangtang), Marthang (Hongyuan) e Zoige (Ruo'ergai) sono chiuse di volta in volta, al momento per esempio, aperti. Tute le altre prefetture risultano aperti.

La prefettura di Garze, parte della regione tibetana del Kham, situata nella parte occidentale del Sichuan, è attualmente aperta a tutti i viaggiatori stranieri. Tuttavia, anche se questa zona è aperta, a volte le stazioni degli autobus a Chengdu e Shangri La (provincia dello Yunnan) rifiutano di vendere agli stranieri i biglietti autobus per giungere in queste contee. Questo di solito perchè localmente non si è sicuri se la regione è aperta o meno e, dal momento che non lo sanno, si rifiutano di vendere i biglietti agli stranieri per essere al sicuro. C'è una piccola stazione degli autobus nel distretto tibetano di Chengdu, noto come Wu Hou Ci di fronte all'Hotel Kangding, che ha 2 corse giornaliere in partenza ogni mattina per Kangding. Questa stazione degli autobus quasi sempre vende biglietti agli stranieri, anche quando le altre stazioni degli autobus si rifiutano di vendere biglietti agli stranieri.

La contea autonoma di Muli, che si trova nel sud-ovest della provincia di Sichuan, è aperta anche in questo momento per i viaggiatori stranieri.

 

Le Regioni tibetane nella provincia del Gansu (Gānsù Shěng,甘肃省)

La provincia di Gansu ha una prefettura autonoma tibetana che fa parte della regione dell'Amdo è copnosciuta sopratutto per il monastero di Labrang. Solamente la contea di  Drugchu (Zhouqu) rimane chiuso. 

 

Le Regioni tibetane nella provincia dello Yunnan (Yúnnán Shěng,云南省)

La provincia dello Yunnan ha una piccola prefettura autonoma tibetana, Dechen (Diqing) che fa parte della regione tradizionale tibetana del Kham attorno alla grande città di Shangri La (Gyelthang in tibetano).
Questa prefettura è aperta e solo molto raramente viene chiusa ai viaggiatori stranieri.

Tuttavia, a volte la stazione degli autobus di Shangri La si rifiuta di vendere i biglietti dell'autobus agli stranieri in direzione nord per le province di Xiangcheng o Daocheng situate nella parte occidentale del Sichuan, anche quando queste aree sono aperte ai viaggiatori stranieri. 

 

DA CONSIDERARE SEMPRE

Le norme di ingresso alla Regione Autonoma del Tibet possono cambiare in qualsiasi momento senza alcun preavviso e le autorità possono rifiutare ad ogni momento il passaggio, il viaggio o il rilascio di permessi. Non vi è alcun sito ufficiale o altra fonte affidabile di informazioni che porti i regolamenti di viaggio e chiusure nelle aree tibetane. Tutti i viaggiatori stranieri sono tenuti ad essere parte di un tour organizzato che prevede permessi di viaggio, una guida e di un veicolo privato con autista (nessun veicolo è necessario se si rimane solo a Lhasa). Non ci sono eccezioni a questa regola.

Non sarà permesso di salire su un treno o aereo diretto per Lhasa senza mostrare i vostri permessi di viaggio. Questi permessi possono essere rilasciati solo da un'agenzia di viaggi. Non si tratta di un nuovo regolamento, ma è stato applicato sempre negli ultimi 30 anni.

Al momento viaggiare autonomamente nella Regione Autonoma del Tibet non è permesso.

Alcuni gruppi di persone, fra loro quelli appartenente alla politica, giornalisti, scrittori, scienziati, ricercatori, impiegati del governo, nonche attivisti ed altri simili sono soggetti a restrizioni più importanti.

Indicare false professioni spesso risulta problemi come l'espulsione, cancellazione per tutto il gruppo nonche a danno a chi lavora in loco. Se avete dubbio, consultateci.

Consigliamo sempre di voler tenere presente questo e farsi qualche pensiero cosa fare in caso che non si ricevano i permessi di viaggio, quindi un piano "B", sia esso un viaggio in Cina o in Nepal per esempio.

 

Ultimo aggiornamento : 05 novembre 2017