news-settembre

news-settembre

 

 

Nepal: trekking Everest più caro

Per molti una visita del Sagarmatha National Park è un sogno, sopratutto per gli escursionisti desiderosi a vedere l'Everest da vicino. Purtroppo la Khumbu Pasang Lhamu Rural Municipality, il comune che copre quasi l'intero parco, ha deciso di chiedere una nuova tassa turistica d'entrata di ben 2000 Rupie (ca. 17 Euro) ai visitatori, aumentando la spesa di permessi ed entrate a ca. 70 Euro (TIMS, entrata al parco e la nuova tassa) dal primo di ottobre 2017. Non è chiaro dove si pagherà questa nuova tassa, ne se sarà davvero implementata. In caso, preparatevi a tal pagamento. La decisione ha acceso la discussione se i comuni possono chiedere una tassa turistica ai turisti di passaggio, la legge permette la tassa, ma non specifica se per esercizi o anche ai turisti. Avvisiamo di tenersi pronto di pagarla, sperando che il governo e parlamento decidano in tempo a precisare in merito. Si nutre la preoccupazione che anche altri comuni potrebbero decidere di chiedere simili tasse ai turisti aumentando i costi ai visitatori. Per molti però sembra un po un modo per fare facili soldi..

 

Nuova misurazione dell'Everest

Il punto più altro della terra ha subito apparentemente un calo, se pur minimo dopo il potente terremoto del 2015. L'altezza ufficiale del Monte Everest è di 8.848 metri. Il governo del Nepal ha annunciato che una squadra di esperti nepalesi e stranieri ha avviato l'elaborazione di una precisa metodologia per la nuova misurazione e che un team di sherpa porterà gli strumenti necessari sull'Everest ad aprile 2018, quando inizia la stagione delle scalate, oppure nel mese di ottobre, che concede di prassi buone condizioni meteorologiche.

 

Apre il famoso bagno reale Sundari Chok

Dopo oltre 10 anni di restauri, riapre al pubblico il Sundari Chowk (vedi foto sopra), cortile del palazzo reale di Patan, costruito nel 1647. Il Chowk sarà parte del Patan Museum, e contiene fra l'altro anche il bagno reale "Tusha Hiti" che contiene 72 fra le più belle e filigrane statue in pietra del Nepal. Il Sundari Chowk era stato chiuso dopo il furto di alchune delle statue nel 1993 e da poco tempo il cortile, accessibile dalla piazza "Durbar" è accessibile al pubblico, dal 1 ottobre sarà aperto anche il palazzo attorno il cortile stesso facendo parte del Patan Museum. Sia il museo che il cortile non dovrebbero mancare visitando Patan.

 

Disponibilità dei voli per Kathmandu aumenta

Non è proprio pensato per i turisti, ma per i nepalesi che lavorano oltreoceano o nel golfo arabo che la Qatar Airways, la Turkish Airlines e la Etidad Airlines hanno annunciato recentemente di aumentare la frequenza dei voli per Kathmandu. Ogni autunno si festeggia verso settembre o ottobre la festa di Dashain, la grande festa di famiglia, paragonabile al Natale cristiano, aumentando notevolmente la richiesta. Per chi non ancora deciso, una notizia buona, troverete più posti e facilmente anche qualche upgrade di categoria gratuito per sul settore!

 

Nuovo volo facilita la visita del Chitwan National Park

Budhha Air ha annunciato di riprendere un servizio di volo giornaliero da Pokhara a Bharatpur dal 15 settembre, facilitando ai viaggiatori a raggiungere il parco nazionale, collegato via aerea finora solo da Kathmandu. Con questo volo, è possibile evitare il viaggio via terra per visitare il parco più noto del paese.

 

Tibet apre e chiude

Due note dal Tibet che si contraddicono in molti versi, la prima notizia è molto positiva, ovvero riapre la possibilità di entrare via terra dal Nepal dopo la chiusura della via dell'amicizia dopo il terremoto del 2015. L'apertura sarà tardi per tutti, ma per il 2018 è ottima notizia, anche se il valico è cambiato da Tatopani a Rasuwaghadi, vicino al Langtang e quindi richiede l'uso di Jeep per raggiungere la frontiera con il Tibet a Kiyrong, punto d'entrata al Tibet, da dove si viaggi su strade ben tenute come del resto del Tibet per raggiungere Lhasa o il Kailash. La strada è molto pittoresca sia dal lato nepalese che dal lato tibetano, dove si passa vicino al Shisha Pangma (8027 m), l'unico 800la interamente in Tibet. Presto prepareremo i viaggi 2018 aggiornando alcuni al nuovo itinerario. In contrasto la decisione di chiudere il Tibet dal 19 settembre fono al 28 ottobre prossimo, che ha creato non pochi disagi e discussioni fra agenti viaggio e il TTB a Lhasa, si sta ancora cercando di convincere le autorità di cancellare il divieto, ma sarà difficile. Probabilmente la visita in Italia del Dali Lama non avrà molto da fare con questa questione...

 

Nuova base di osservazione astronomica in Tibet

Sarà locata nella regione Ngari, vicino al Kailash, a oltre 5000 m nell'ovest della regione autonoma cinese di Tibet si costruirà il più alto osservatorio astronomico del mondo, in collaborazione con l'università di Tokyo, gli istituti cinesi degli Osservatori Nazionali Astronomici della Cina (NAOC) nonché organizzazioni di ricerca degli Stati Uniti. Gli scienziati stanno inoltre costruendo a Ngari la stazione più alta del mondo per osservare le onde gravitazionali primarie, soprannominato "il primo grido del cosmo dopo il Big Bang".

Sarà locata nella regione Ngari, vicino al Kailash, a oltre 5000 m nell'ovest della regione autonoma cinese di Tibet si costruirà il più alto osservatorio astronomico del mondo, in collaborazione con l'università di Tokyo, gli istituti cinesi degli Osservatori Nazionali Astronomici della Cina (NAOC) nonché organizzazioni di ricerca degli Stati Uniti. Gli scienziati stanno inoltre costruendo a Ngari la stazione più alta del mondo per osservare le onde gravitazionali primarie, soprannominato "il primo grido del cosmo dopo il Big Bang".

Articoli collegati